Categorie

Tag Cloud

Vasini per tutti!

Il Ranocchio, di Fisher Price
(la nostra scelta)



Ufffffffff…… (= sospiro di sollievo)
E’ ufficiale: il rifiuto del vasino e’ passato, e la gioia di fare pipi’ e di avere lodi ed adesivi in premio aumenta di giorno in giorno. Certo, ancora ogni tanto si perde qualcosa per strada, non e’ che IL giorno di cui parlava Macro sia quello in cui tutto cambia di punto in bianco, pero’ la svolta c’e’ stata. Ora vuole perfino svuotare da sola il vasino! (come e’ indipendente, la mia cucciola….. sara’ effetto dell’educazione un po’ britannica?) 
Insomma, da un paio di giorni una Mammadesign-pavone, fiera della recente conquista della sua piccola-che-fa-la-pipi’-nel-vasino (perche’ una bimba grande non c’e’ verso, lei non vuole proprio essere…. mi sa che era questo il suo cruccio), sfila per la casa con la coda spalancata, e finalmente riesce a sollevare un sospiro liberatorio.
Non e’ finita, lo so. Ma passato il rifiuto iniziale, mi sembra tutta una discesa. 
In architettura se le fondamenta sono costruite in maniera corretta, tutto il resto regge. Ora Mammadesign deve  solo aggiungere i pilastri alla giusta distanza, e continuare la costruzione. Che c’entra, gli errori sono ancora possibili, ma a questo punto la casa non crolla piu’ (almeno mi auguro, il mese prossimo ci sara’ un cambio di stanza e maestre alla nursery…. mi hanno detto che potrebbe regredire da un momento all’altro…. Io sono ottimista pero’, aspetto a fasciarmi la testa!). 
Cosi’ per festeggiare questa giornata all’insegna della leggerezza vi propongo la mia personalissima «Guida alla scelta del vasino».
Che non e’ una bischerata, sapete?
No, dico, vi siete accorti della quantita’ di vasini per bambini presenti sul mercato? Una giungla.
Adesso una mamma va nel pallone fin da subito, soltanto per decidere qual e’ il vasino piu’ adatto al suo bambino.








Si stava meglio quando si stava peggio, per dirla con una frase ormai di diritto entrata nel gergo. Negli anni ’70 non c’era certo tutta questa varieta’! Le mamme prendevano un vasino, e via con lo spannolinamento. Che assorbiva tutte le loro energie ed era molto meno traumatico perche’ anticipato rispetto ad oggi. Cosi’ i bambini non facevano nemmeno in tempo ad abituarsi alla comodita’ del pannolino (forse perche’, una volta, il cosiddetto sorriso era un po’ meno comodo degli odierni pannolini usa e getta….). Oggi, invece, e’ diventato parte del corpo del bambino. Un accessorio che lo fa sentire sicuro, certo che il mondo va avanti cosi’ e che pipi’ e pupu’ si fanno li’ dentro. Fino ai due-tre anni quando va bene (per fortuna in Italia gli asili non accettano bambini che non siano gia’ spannolinati), ma spesso molto piu’ a lungo (in Inghilterra, in Svezia, ed in molti paesi del Nordeuropa questo non succede, ad esempio, le materne accettano bimbi ancora con il pannolino, cosi’ si va avanti ad oltranza, ed eliminare il pannolino diventa La storia infinita….).
Il nostro vasino ormai troneggia da diverso tempo in bagno (nel tentativo-tranello di familiarizzare con questo), ma la sua scelta non e’ stata affatto facile per una Mammadesign-eterna-indecisa. Manco si fosse trattato della scelta di cosa fare da grandi! (pure quella e’ stata un dramma comunque, a quanto ricordo….). 
Comunque, quale che ne sia l’uso (perche’ tante volte il vasino finisce per diventare contenitore per i giochi, trampolino di lancio, sgabello per il lavandino, gettacarta, ed altre indicibili utilizzazioni a scelta esclusiva del nostro urinatore in erba), la verita’ e’ che se ne inventano di tutti i colori per renderlo un oggetto piacevole e simpatico. 
Oltre al vasino classico (il piu’ comune ed elegante e’ quello della Babybjorn, con la variante vasino intelligente, che ha la comodita’ del contenitore asportabile, e vasino poltroncina, con schienale rialzato e forma arrotondate, ma anche la Chicco ha mantenuto quello originale, rendendolo solo un po’ piu’ anatomico e comodo – ergonomico come si dice tecnicamente), ci sono oggi vasini dalle forme piu’ disparate.

Babybjorn, vasino classico
Babybjorn, vasino intelligente
Babybjorn, vasino poltroncina









Chicco, vasino anatomico “classico”









Si va dalle simpatiche forme antropomorfe dei vasini Orsetto e Paperotto, sempre della Chicco, di quelli denominati Quack e Ippopotamo di OkBaby, al vasino Ranocchio di Fisher Price. O la Tartaruga della Saro con coperchio Anti-puzza, che potete acquistare Bebe’ Concept. E fin qui tutto bene. Si cerca solo di rendere il momento dell’evacuazione piu’ divertente e meno traumatico.

Vasino Quack, di Ok Baby



Vasino Ippopotamo, di Ok Baby

Poi ci sono quelli a forma di macchinina (il Maggiolino di OkBaby), motocicletta   o scooter (i modelli Scooter e Spidy di OkBaby), per i maschietti che amano la velocita’. Anche in bagno.

Vasino Scooter, di Ok Baby
Vasino Spidy, di Ok Baby
Maggiolino, di Ok baby







Senza contare quelli che oltre a questa simpatica morfologia aggiungono anche interessanti optional che non hanno niente da inviadiare ad un BMW, come quello di Foppapedretti,  il quale non soltanto regala rilassanti o allegre melodie per bambini (meglio di una radio!), ma ha anche il porta-carta igienica incorporato (WOW!), il coperchio per controllare che “l’olio” nel serbatoio sia sufficiente, la possibilita’ di trasformarsi in un riduttore per il WC e forse di  mettere le ali come la Bat-mobile.

Vasino Potty di Foppapedretti
Potty di Foppapedretti,
particolare del porta-rotololo





















Tra i vasini musicali, ovvero quelli con effetti sonori rilassanti che permettono al bambino di ottenere uno stato di calma trascendentale e aiutarli cosi’ nell’espletamento delle  proprie “difficili” funzioni, c’e’ anche lo Sgabellino del Re, di Fisher Price. Le melodie sono anche un premio per Sua Maesta’ l’Urinatore, dato che si attivano ad ogni piccolo o grande successo (a me prenderebbe un coccolone, comunque….). Lo Sgabello del Re si puo’ trasformare anche in un comodo sgabello (appunto!) per salire sul water o per arrivare al lavandino, in riduttore per il WC, oltre che (con un po’ di fantasia e creativita’!) in un allegro poggia-piedi da tenere in salotto, in tavolino per bambini scaltri e gioiosi, in scatola porta-giochi e porta-tutto, in contenitore per il frigorifero, in radio-krishna all’occorrenza. Potete provarlo anche voi, poi mi raccontate la vostra esperienza, tanto la sua tenuta e’ fino ai 90 kg! (come ha deciso di sottolineare il produttore, forse preoccupato che avesse troppo successo anche tra gli adulti…….).

Lo Sgabello del Re, di Fisher Price



Sembra che i vasini musicali vadano alla grande. Pare proprio l’ultima frontiera in fatto di PrimeUrine & annessi. Ve ne segnalo un altro paio perche’ sono troppo divertenti!
C’e’ la ditta spagnola Jane’, che sembra specializzata in Musiche e Pipi’, con il vasino Musical Colors, il Vasino Musicale quello Pedagogico musicale, tutti superaccessoriati e dotati di maniglie d’appoggio, riduttori, interno estraibile e quant’altro. C’e’ poi il vasino musicale della Saro, che potete acquistare qui scontato.  
Insomma, fare pipi’ e’ tutta un’altra musica!
Infine ci sono i vasini che imitano in tutto e per tutto il WC “da grandi”, come il gia’ citato Sgabellino del Re, cosi’ il bambino (naturalmente portato all’imitazione dell’adulto) puo’ sentirsi spinto dal desiderio di fare cio’ che fanno anche mamma e papa’. Tra questi La mia Prima Toilette di Fisher price, che canta, parla, ha il porta-rotolo personale, e simula perfino lo sciacquone educando cosi’ il bambino ad un corretto uso del water (lo vendono con il manuale delle istruzioni, per intendersi!), o il vasino Ochetta, che sembra ormai fuori produzione (sul sito di Fisher Price non e’ piu’ presente) ma che trovate ancora qui.

La mia Prima Toilette, di Fisher Price
Vasino Musical Colors, di Jane’


Ci sono poi i vasini di design (pane per i mieie denti!), i vasini portatili da viaggio o da borsetta, e i riduttori per il wc (duri, morbidi, con scale o montacarichi per i piu’ imbranati, con amortizzatori e con diffusore per gli aromi!). Tutti, pero’ meritano un capitolo a parte, altrimenti questo post rischia di diventare piu’ lungo di Guerra e Pace.


Un ultimo consiglio personale: il vasino amico dell’ambiente Becopotty, di Becothings, un vasino semplice semplice realizzato con uno speciale materiale biodegradabile composto di fibre naturali (principalmente bamboo e riso).
In Italia lo trovate in vendita qui.

Becopotty, di Becothings



Vi lascio con una serie di siti e negozi online dove potete tranquillamente perdere la testa (e le giornate!):


Bimbomarket
Babystore
ebaby
Twenga
ebay
Primi mesi
Paradiso del Bimbo
Bebe’ Concept
Culla del Bimbo


Dimenticavo. Le due variabili da tenere presente, nella scelta del vasino, sono principalmente due:
1. la comodita’ della seduta (e sicurezza!) per il bambino
2. la praticita’ della pulizia, per la mamma.
Per il resto, avete il beneficio della scelta!


Beh, non mi resta che augurarvi buon divertimento!

Tutte le immagini presenti in questo articolo sono tratte dal web

Se ti è piaciuto condividi:
3 Comments
  • Avatar

    serenamanontroppo

    25 Maggio 2011 at 14:27 Rispondi

    A noi hanno regalato quello a forma di papera di ok baby, ma la piccola Ciopola sembra (siamo ai primi approcci dello spannolinamento) più orientata al water dei grandi, con apposito riduttore (va da sè)!
    Comunque: bravissima Micro!

  • Avatar

    pinkmommy

    25 Maggio 2011 at 19:18 Rispondi

    complimenti a Micro! e brava anche a te! 🙂
    io il vasino con gnometto non l’ho mai usato, la pipì da subito in piedi, e poi il riduttore

  • Avatar

    Mammadesign

    26 Maggio 2011 at 17:00 Rispondi

    Grazie Serena, grazie Pink!
    Questi vasini, comunque, sono proprio fantastici! Manca quello che vola, poi li hanno davvero inventati tutti! 😀

Post a Comment

20 + = 26