Categorie

Tag Cloud

Spannolinamento notturno e influenza intestinale, che menata!



Lo so, sono in ritardo…. ma i bimbi hanno i loro tempi!

Gia’ da settembre una Micro riottosa e decisa se ne andava a nanna la sera con il rifiuto del pannolino. E Mammadesign aveva gia’ provato ad eliminarlo. Ma la notte, per una treenne, e’ lunga, e la pipi’ scappa almeno un paio di volte. Cosi’, dopo aver cambiato un po’ di lenzuola e visti gli scarsi risultati, Mammadesign ha deciso di aspettare ancora un po’: la sua Micro non le sembrava pronta, nonostante il suo rifiuto. Un po’ per pigrizia sua, forse, ma principalmente perche’ la piccola, nonostante il letto bagnato, non si svegliava neanche con le cannonate. Piu’ di una notte l’ha trovata completamente bagnata, scoperta, e rannicchiata nel suo lettino che se la dormiva della grossa. E se cercava di svegliarla per mostrarle cio’ che era successo lei si incazzava come una iena (anzi, di piu’!) e se ne andava a dormire sul divano senza una parola. Nuda. Senza coperte. Cosi’ come Dio l’ha fatta. Non disturbatemi, che devo dormire! Eh, beh, lo avrei pensato pure io….
E allora, per il periodo successivo, Micro ha rinunciato a rifiutare il pannolino la sera. Anche perche’ Mammadesign, pur di dormire tranquilla (tale madre, tale figlia!), le aveva rifilato “i pannolini da bimbi grandi”, ovvero quelli taglia extra-large dai 4 ai 7 anni (un po’ ampi, a dire il vero, ma la tenuta e’ molto buona – Huggies, Pampers, li trovate di tutte le marche); e per un po’ e’ filato tutto liscio.
Nei dieci giorni di assenza del Macro-economista, tuttavia, il rifiuto e’ tornato, dirompente come un fiume in piena.
“Mamma, non-lo-vuoio pannolino!!!!!”, frase ricorrente all’ora della nanna.
E la mattina presto, dopo che Mammadesign glielo aveva infilato “a sorpresa” durante il sonno, lei si dirigeva verso il bagno arrabbiatissima e urlante contro la madre traditrice….
“Mamma, io big girls! No, pannolino noooo!!!!!”: sono una pessima madre; sono una peste; sono l’incubo notturno di mia figlia: non l’ho ascoltata!
Al che Mammadesign non ha potuto piu’ temporeggiare….. La sua “bimba grande” era pronta, anche se non era disposta a rinunciare alla sua pisciatina notturna.
“D’accordo. Non ti metto piu’ il pannolino. Pero’, mi raccomando, se ti scappa la pipi’ di notte vieni a dirmelo che andiamo in bagno, ok? Ricordati di non bagnare il lettino, e se lo bagni chiamami!”
“Ooooukeeeeeeiiiii!” (=OK!)
Allora. 
Prima notte: ore 3.30, prima che Micro sporcasse il lettino, Mammadesign (che non si e’ mai ripresa dai frequenti risvegli notturni da neo-mamma – si chiama ansia post partum, ma probabilmente durera’ fino a che non compira’ i 18 anni – e anche oltre, probabilmente), l’ha svegliata e portata di peso in bagno a fare pipi’. La piccola, iper-arrabbiata e contrariata al massimo grado, ha tuttavia eseguito in modalita’ pilota-automatico (perche’ la pipi’ scappava davvero, evidentemente!). Il mattino dopo alle ore 7.00am Micro si e’ fiondata in camera di Mammadesign urlando: “Mamma! Io brava! Scappa pipi’! Io no fatta pipi’ nel lettino! Faccio in bagno in vasino! Io big girls!”
Seconda notte: stessa scena, ma ritardata alle ore 5.00am, per darle il tempo di avere il sonno un po’ piu’ leggero (quello del mattino e’ sempre cosi’) ed andare in bagno meno arrabbiata della notte prima.
Chissa’, magari prima o poi prende il via a fa da sola….. (pensiero realizzabile, speranza, o illusione?)
Terza notte: lasciamola fare da sola, vediamo cosa succede. Risultato: ore 2.30, lettino da cambiare (per facilitarmi il compito ho messo diversi strati sul lettino: una traversa-un lenzuolo/altra traversa-altro lenzuolo, per un totale di due-tre strati successivi: da provare, lo consiglio!). Micro, un po’ addormentata, si e’ resa pero’ conto del danno. Di nuovo, ore 7.00am: “Mamma, mamma! Scappa pipi’! Vedi, io big girls, io detto! No fatta pipi’ ne lettino! Faccio in vasino, in bagno!”
Nel frattempo il professore e’ tornato a casa dal continente.
Quarta notte: ore 2.30, Micro protesta per qualcosa; Mammadesign va a chiedere alla piccola, mezza sveglia, se deve andare in bagno; lei esegue, mezza addormentata, e se ne torna tranquilla tranquilla nel lettino, continuando a dire “Io sono brava, fatto pipi’ in vasino….. Io big girls…. Ronf ronf ronf…..”. Ore 6.30del mattino: stessa scena dei giorni scorsi, e Micro non si riaddormenta piu’, ovviamente (nonostante sia andata a dormire alle 10.30!)
Quinta notte: ore 1.30, sveglia da sola per andare in bagno; ore 3.00, idem; ore 4.30, stessa cosa. Qui c’e’ qualcosa che non va. Ah, ma sei calda, amore mio….Oh oh, hai 38 e mezzo di febbre…. Va bene, dai, mettiamoci insieme a dormire nel divano letto grande. (e’ quello per gli ospiti a due piazze, gia’ di Mammadesign da single – un’era fa! -, ora in camera di Micro)
Notti successive: la febbre sale a 40°, i risvegli sono molto frequenti e accompagnati da altrettante puntate in bagno, perche’ nel frattempo e’ arrivata anche la diarrea….. Spannolinamento notturno e influenza intestinale: un connubio da incubo! Povera cucciola….
Ultima notte:  la febbre non e’ salita a piu’ di 38, il lettone e’ stato bagnato alle ore 24.00 per urgenza impellente, ed una scappata in bagno per “pipi’, popo’, tuuuuttoooo insieme!” non e’ mancata, nella notte. Ma nel complesso ce la stiamo cavando.
Mammadesign sta ancora dormendo assieme alla sua cucciola, quindi la gestione dello spannolinamento notturno e’ momentaneamente facilitata……
Dal weekend pero’, conta di tornare a dormire nel suo letto, che Macro senno’ la da’ per dispersa, e chissa’ come andra’ la faccenda……
Il problema e’ che la cucciola almeno una volta in bagno durante la notte ci deve andare. Che fare? Continuare ad alzarla gioco-forza?
Suggerimenti?







Se ti è piaciuto condividi:
9 Comments
  • Avatar

    luby

    17 Novembre 2011 at 6:59 Rispondi

    Ignorante io come una capra in materia posso solo augurare una pronta guarigione alla big girl!!!
    La mia unica esperienza sono le pipi’ notturne di un cucciolo di cagnolino….

  • Avatar

    tri mamma

    17 Novembre 2011 at 15:01 Rispondi

    :/ ricordo poco! Ho tolto il patello notturno almeno un anno dopo quello diurno (quindi intorno ai 3-3e1/2) quando trovavo il pannolino asciutto!
    Sapevo che la cerata (il letto non assorbe, ma il bambino si bagna), in teoria aiuta a far loro capire che l’hanno fatta e quindi a trattenersi. Poi bisognerebbe farli bere poco alla sera (???).
    Non ricordo nemmeno dove io abbia sentito queste cose e quindi non te le passo per vere … vedi tu! Io per la notte della terza me la voglio prendere moooolto con calma!
    Spero che sia stavo un virus di quelli velocissimi e che si sia tutto già risolto!
    Altrimenti, auguri di pronta guarigione e spannolinamento! 🙂

  • Avatar

    Mammadesign

    17 Novembre 2011 at 16:49 Rispondi

    @Luby: eh, ricordo anche le pipi’ di cucciolo di cane….. Prova ad insegnarli a farla solo in un punto della casa, cosi’ almeno rovina solo una parte! 😀
    @Tri: io il pannolino asciutto penso che non lo trovero’ MAI…..e il latte la sera e’ acnora un MUST. cmq grazie per avermi raccontato la tua esperienza! (non so perche’ non mi consola il fatto che tu te la voglia prendere mooooooolto con calma…..!). Virus passato, febbre andata via e intestino quasi a posto. 😀

  • Avatar

    Stefania

    19 Novembre 2011 at 11:51 Rispondi

    Sono contenta che la guarigione sia alle porte… Qui il pupo, dopo sua richiesta di spannolo notturno, si rifiutava categoricamente di andare in bagno di notte e lo trovavo puntualmente fradicio di mattina. Io mamma snaturata l’ho convinto a tornare al pannolino fino a quando “il pisellino avrà voglia di alzarsi a fare la pipì”… Quindi nessun suggerimento da darti… magari ascolto quelli che arriveranno a te!!!

  • Avatar

    Adry

    20 Novembre 2011 at 11:37 Rispondi

    Ciao, io a giulia il pannolino la notte l’ho tolto quasi subito visto che al mattino lo trovavo asciutto.Aveva 2 anni quando lo abbiamo tolto. Quindi non posso essere molto di aiuto. L’unica cosa che mi sento di consigliarti è di non rimetterglielo se hai deciso di toglierlo.Perchè i bambini si confondono e non capiscono poi quel che devono imparare. Se la notte se la fa addosso pazienza. So che è faticoso per te, ma lei piano piano imparerà ad alzarsi da sola quando sentirà lo stimolo. A più di 3 anni sono certa che ce la farà. Baci, buona domenica.

  • Avatar

    Mammadesign

    20 Novembre 2011 at 22:28 Rispondi

    Grazie a tutte, il post influenza procede bene, e Micro tira dritta tutta la notte fino alla mattina senza andare in bagno! Che dite, posso cantare vittoria o e’ solo un primo passo?

  • Avatar

    tri mamma

    21 Novembre 2011 at 1:15 Rispondi

    l’esperienza mi insegna a cantare vittoria a bassimissimissima voce! ; P

  • Avatar

    LOVE JOICE

    21 Novembre 2011 at 4:51 Rispondi

    you have a great blog! please check out my blog and follow if you like, I promise to do the same for you! xx
www.lovejoice.blogspot.com

  • Avatar

    Mammadesign

    21 Novembre 2011 at 10:00 Rispondi

    Allora, a bassa voce, io provo a cantare……… Schhhhhhhhht……….

Post a Comment

− 1 = 1