Categorie

Tag Cloud

Uso contemporaneo della carta da parati

Ho sempre odiato la carta da parati. 
Sara’ il ricordo di quelle orrende carte decorative che ornavano tutte (dico proprio tutte!) le pareti delle due case dei miei nonni, quella di citta’ e quella del mare (che pure mi hanno lasciato un indelebile segno, tanto che a volte ne sento ancora il profumo!), entrambe arredate con un tipico gusto anni ’50. 
Sara’ che amo gli spazi puri, bianchi, solari e privi di cose inutili.
Eppure oggi, dopo qualche decennio di assenza nel panorama del design d’interni, la carta da parati torna in auge in nuove vesti. 
Fresca, rinnovata e divinamente attuale.
E mi sono ricreduta: la carta da parati, oggi, ha inifinite, vivacissime ed incredibilmente attuali possibilita’ d’uso.
Di seguito vi do’ qualche suggerimento su come utilizzare decorativamente la carta da parati in modo contemporaneo:

  • applicare la carta da parati su una parete soltanto, su un setto murario (centrale, tipo quinta scenica, o periferico, a muro) che separa due ambienti, a girare (ovvero da entrambi i lati, vedi foto seguenti), o al massimo ad angolo su due pareti contigue. Il concetto nuovo e’ quello che la carta da parati non deve essere spalmata uniformemente su tutte le pareti di casa, come negli anni ’50-’70, ma usata come elemento di caratterizzazione di un ambiente, come focus visivo capace di attrarre l’attenzione del fruitore.

 

Foto presa da qui.

 

Foto presa da qui. Design Lars Contzen.
Foto presa da qui. Design Lars Contzen.
Foto presa da qui. Design Lars Contzen.
Foto presa da qui. Design Zaha Hadid.

  • usare carte da parati contemporanee e di design, oppure anni ’70 (perfette quelle optical, tornate di moda negli ultimi anni), o ancora quelle tridimensionali; in ogni caso, in colori accesi e geometrie/disegni inusuali.

 

Foto presa da qui. Design Zaha Hadid.
Foto presa da qui. Design Karim Rashid.
Foto presa da qui
Foto presa da qui. Design Simone Micheli.
(e come potevo non inserire questa collezione appena scoperta
e firmata – assieme al progetto della stanza che vedete nella foto –
dalla persona che mi ha insegnato il mestiere e l’arte dell’interior design?)
Foto presa da qui. Design Enric Jardi.

 

Foto presa da qui. Design Lars Contzen.

  • accostare alla parete rivestita un colore di tonalita’ simile (come ho gia’ suggerito qua, per caratterizzare l’angolo del soggiorno). Alcuni esempi di seguito:

 

Foto presa da qui.
Foto presa da qui.

 

Foto presa da qui.
Foto presa da qui. Design Dieter Langer.

 

  • in alternativa, potrete applicare la carta da parati a strisce verticali, o solo su una piccola porzione di parete, come nelle foto seguenti:

 

Foto presa da qui.
Foto presa da qui. Design Karim Rashid.
 
Segnalo alcuni siti interessanti:

 

Se ti è piaciuto condividi:
11 Comments
  • Avatar

    Gioia

    22 Febbraio 2012 at 10:32 Rispondi

    Stupende!!! Mi piacciono da morire

  • Avatar

    serenamanontroppo

    22 Febbraio 2012 at 11:19 Rispondi

    wow, ottime soluzioni!

  • Avatar

    tri mamma

    22 Febbraio 2012 at 12:28 Rispondi

    Veramente belle!
    Noi le “odiavamo” per la fatica di metterle e soprattutto di toglierle!!!
    Si sono modernizzate anche da quel punto di vista o si va sempre di colla e spatole?

    • Avatar

      Mammadesign

      22 Febbraio 2012 at 14:08 Rispondi

      Ci sono anche quelle adesive, da applicare direttamente senza colla!
      Poi ci faro’ un post…..
      Baci

  • Avatar

    smilemamysmile

    22 Febbraio 2012 at 20:48 Rispondi

    Come ti capisco!!
    Io e mio marito, allora fidanzati, abbiamo tolto pareti intere delle camere, dell’appartamento dei suoi nonni, che poi abbiamo ristrutturato per viverci noi!!ma erano veramente orrende!
    adesso le apprezzo anche io, ma e’ anche vero che nelle case inlgese si adattano meglio, soprattutto per i bambini!
    ora faccio una ricerca perche’ ne ho viste di bellissime!

    • Avatar

      Mammadesign

      22 Febbraio 2012 at 23:48 Rispondi

      Nelle case inglesi, forse, si adattano meglio, ma hanno quel gusto retro’ e polveroso che fa tanto british…..e quei disegni antiquati e scuri che fanno tanto decadente…. pero’ ora ce ne sono di davvero belle e allegre, basta cercare quelle giuste!
      Quelle per bambini sono molto belle e divertenti per le camerette, in genere, pero’ valgono gli stessi suggerimenti che nelle altre stanze! (ovvero, rigorosamente su una parete)
      Poi scattera’ il post anche su quelle….. 😀

  • Avatar

    Rossella - Casa Lellella

    25 Febbraio 2012 at 22:09 Rispondi

    sai, anch’io la sto rivalutando… su alcune pareti la trovo molto trendy.
    quelle da te scelte, poi, sono stupende!
    baciotti

  • Avatar

    cuore_smarrito

    28 Febbraio 2012 at 12:42 Rispondi

    ciao!! che bel blog che hai!!! anchio io stamane ho le mani addormite :-)!!!! e mettiamoci anche la testa che mi fa un male cane! e va bhe!! noi siamo alle prese con il togliere la carta da parati. Abbiamo acquistato una casa da persone francesi e avevano carta da parati ovunque e moquette in bagno °_O!! anche a me paice l idea di rimetterla un pochetto su qualche parete ma il mio compagno non ci sente… Sarebbe utile una presoncina come te per due dritte estetiche! peccato che qui in campagna non ci siamo persone come te!!!
    ti leggerò più spesso!!
    ciao!!
    laura

    • Avatar

      Mammadesign

      30 Settembre 2012 at 0:08 Rispondi

      Ciao Laura,
      Mi fa davvero piacere leggere commenti come il tuo sai?
      Non so dove stai ma… Le dritte si possono daree anche per email!
      Scrivimi, se vuoi….

  • Avatar

    Padma

    29 Settembre 2012 at 17:57 Rispondi

    Felice che vi piaccia la carta da parati.
    Mai passata di moda, ragazze…anzi se oggi ha raggiunto queste eccellenze è perché ha avuto il suo periodo di trasformazione e negli” anni bui ” del suo apparente declino è stata sempre discreta testimone dell’evoluzione del gusto, come spiego in un mio post sul mio blog, in una bella apologia del parato.
    Inoltre, sempre anni bui, gli architetti che amavano il bianco a tutti i costi, vi posso garantire che ne hanno usata un bel pò di quella bianca a rilievo che si presta ad essere ridipinta in tutti i modi possibili.
    Scuserete la lungaggine, ma sono un'”addetta ai lavori” per passione familiare da oltre 60 anni!
    Mamma interior design, se ha bisogno di ragguagli, disponibile a fornirli. Il motto della nostra impresa è: qualità a 360°!!!
    Un caro saluto a tutti.
    Paola

    • Avatar

      Mammadesign

      30 Settembre 2012 at 0:15 Rispondi

      Ti ringrazio Padma, mi faro’ sicuramente viva se ho bisogno 🙂

Post a Comment

45 + = 47