Categorie

Tag Cloud

Il programma europeo Frutta nelle scuole

Fortunatamente non ho mai avuto problemi di sovrappeso (intendo da bambina, ovviamente!): correvo e consumavo troppo per mettere su anche un grammo di ciccia. La merenda a suola per me era il Pandorino, o un bel panino al prosciutto, o il latte con la cannuccia e i succhini che distribuivano gratuitamente a quell’epoca. 
Oggi decisamente c’e’ un’altra cultura, sia del corpo che della salute, per fortuna.
E’ il terzo anno consecutivo, infatti, che parte il programma comunitario “Frutta nelle scuole“, volto ad incentivare il consumo di frutta e verdura nei bambini dai 6 agli 11 anni, finanziato dalla Comunita’ Europea e realizzato da MIPAAF (Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. Collaborano al programma anche il Ministero della Salute, il Ministero dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, l’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione e la Conferenza delle Regioni e Province Autonome.
Di che cosa si tratta? Qui trovate il programma e gli strumenti di attuazione.
Un adulto su tre in Italia risulta oggi avere problemi di sovrappeso, e quasi un italiano su 10 addirittura di obesita’. Ed il problema sembra iniziare gia’ in tenera eta’. Promuovere la cultura degli snack con frutta e verdura e’ un incentivo a prendersi cura di se’ stessi in maniera sana ed equilibrata, non credete?

Tutto sta a capire come convincere i bambini a farlo, ovviamente…. 
Io, ad esempio, ho una figlia che la verdura la aborrisce (il mio trucco e’ mescolarla alla polpette, o alla pasta), e la frutta la mangia ancora soltanto omogeneizzata.
Chissa’ se l’avvicinamento alla cultura agricola e alle attivita’ di giardinaggio possono avvicinarli al prodotto naturale ed incuriosirli all’assaggio!
Quest’anno sono 5000 le scuole italiane che hanno aderito all’iniziativa, che pare aver ottenuto un discreto successo.
Nell’ambito di questa iniziativa e’ partito anche un concorso divertente, interessante e stimolante: “Tutti pazzi per la frutta!”. Si tratta di un concorso fotografico dedicato agli alunni delle scuole primarie e alle loro famiglie: ogni famiglia potra’ presentare un massimo di due fotografie sul tema della frutta e della verdura. Le modalita’ di partecipazione sono sul sito indicato: le foto, in formato digitale, dovranno essere caricate seguendo le modalita’ di upload entro e non oltre il 30 agosto 2012. Il premio e’ un soggiorno di 2 notti e 3 giorni in un agriturismo a scelta tra quelli elencati.
E’ un peccato non avere una figlia che va a scuola in Italia, in questo caso. Ma anche per altri aspetti ritengo la scuola italiana migliore di quella inglese. Un giorno ve ne parlero’ ampiamente!

Articolo sponsorizzato

Se ti è piaciuto condividi:
No Comments

Post a Comment

4 + 2 =