Categorie

Tag Cloud

Olimpiadi 2012: prime impressioni e Team GB Trunki

In occasione di queste olimpiadi tutte inglesi Trunki lancia la Team GB Trunki, la valigia per bambini prodotta in edizione limitata appositamente per London 2012. 
La valigia cavalcabile che funge da bagaglio a mano, di cui avevo parlato gia’ in precedenza, si veste della bandiera della Gran Bretagna, che ormai invade la citta’. Non si trova, invece, un bandiera italiana da nessuna parte…. ne’ tedesca,, ne’ di altre nazioni…. (mi tocchera’ fabbricarla appositamente per Micro, che desidera sventolarla al gelido vento inglese come gli altri bambini – ma forse alla mia british girl va bene anche quella britannica).



Questo per dire che qui a Londra siamo tutti completamente presi da queste Olimpiadi: il clima e’ di festa e di eccitazione, mentre i musei, i teatri, i negozi e gli alberghi del centro citta’ si lamentano del calo di visitatori rispetto ad un “normale” periodo estivo londinese (benche’ le Olimpiadi abbiano portato a Londra circa 100.000 nuovi visitatori, contro i 300.000 di un normale periodo estivo). I giornali parlano di “citta’ fantasma” (Financial Times), il turismo normale e’ scomparso a favore del pubblico delle Olimpiadi che invece invade gli stadi e le zone dedicate. Insomma, qualcuno si lamenta, nonostante tutto, come era da aspettarsi.

Certo, il pubblico e’ diverso, chi ama le Olimpiadi e lo sport si lascia trasportare in questa dimensione un po’ circense, soprattutto per il mercato che gli gravita attorno, non tanto per lo stile di London 2012, che a me pare molto piu’ sobrio di tanti altri eventi sportivi o delle stesse olimpiadi passate tenutesi in altri paesi piu’ rivolti al vantaggio economico che non all’evento sportivo in se’. 
Forse dipende dal fatto che ormai mi sento un poco londinese, ma dopo l’evento cui ho assistito ieri (30 luglio, canottaggio, a Eton Dorney), ho davvero avuto l’impressione che il livello di civilta’ e di organizzazione sia molto piu’ alto che non altrove.
Sara’ che sono italiana, e a me l’organizzazione e la civilta’ stupiscono sempre…. O magari e’ stato il tipo di sport, chissa’. 
Vi terro’ aggiornati.

Il sito di Eton Dorney, sede delle gare di canottaggio
Gli Azzurri si sono riscattati nei ripescaggi (Quattro di coppia)
I Quattro senza chiudono la batteria all’ultimo posto
e decidono di giocarsi tutto nei ripescaggi
Nessuna chance, invece, per l’equipaggio femminile
GB Flags 

Se ti è piaciuto condividi:
1 Comment
  • Avatar

    Cristina

    31 Luglio 2012 at 11:29 Rispondi

    Che carina la valigina 🙂 Belle immagini da perfetta inviata speciale!

Post a Comment

65 − 64 =