Categorie

Tag Cloud

Prima recita e coro scolastico, the very first Christmas show

L’asinello di Mammadesign

Martedi’ la classe di Micro, assieme all’altra reception year, ha messo in scena la nativita’ cantata e recitata. Un coro di sessanta bimbetti, tra i quattro e i cinque anni, si sono esibiti in una rappresentazione che avrebbe fatto venire la lacrimuccia perfino al Macro-economista (se fosse stato presente). Se gli inglesi la musica ce l’hanno nel sangue, e’ altrettanto vero che i bambini li educano fin da subito a stare in gruppo e a non temere di mettersi in mostra. Un Gesu’ bambino al centro, accanto a Maria e Giuseppe, circondato da cinque asinelli e un bue, una decina di Re Magi, una ventina di stelle comete, una decina di angioletti e un’altra decina di pastori hanno cantato e ballato tutta la serie piu’ o meno conosciuta di canzoncine natalizie, da “We wish you a Merry Christmas” a “If you are happy and you know it”, fino ad altre conosciutissime, ma fuori dalla portata culturale (italianissima) di Mammadesign.

Una Mammadesign munita di macchina fotografica e telecamera si e’ presentata nel teatrino/palestra della scuola alle 10.00am in punto, ignara di quello che sarebbe stato il proprio destino. Un’altra sessantina di genitori si accalcavano davanti al palco, in prima fila, costruendo un muro impenetrabile che la sprovveduta genitrice non e’ certo riuscita a penetrare. Cosi’, l’alternativa e’ stata piazzarsi in ultima fila, in piedi su un seggiola, per non perdere un minuto dell’affascinante, primo, indimenticabile spettacolo della sua Micro British Girl. Che non l’ha vista, logicamente, per buoni due terzi dello show, mentre nell’ultimo terzo ha iniziato a sbracciarsi, buttarle baci, e farle ciao ciao con la manina.
Mammadesign, dal canto suo, dopo essersi sbracciata un po’ all’inizio dello spettacolo per farsi vedere dalla piccola, aveva deciso di non esagerare, per non dare spettacolo lei stessa e far girare la platea dalla parte opposta al palcoscenico. Si e’ limitata a girare filmini e fotografare. E a lacrimare come un pulcino.
Oh, ci fosse una foto venuta decentemente…. troppa commozione!
Il fatto e’ che non si aspettava certo che sua figlia, timida fanciulla bisognosa di incoraggiamento (sic!), si sarebbe messa a cantare e ballare con gioia e divertimento pur non vedendola in sala. E con un senso del ritmo che non si apettava, pure!
Ecco, piango di nuovo soltanto a scriverne.
A volte crediamo di conoscere i nosti figli meglio di noi stessi; eppure ci stupiscono sempre. La mia cucciola ha la sua forte personalita’, la sua infantile e spensierata gioia di vivere, un’innata predisposizione per la musica ed il ballo, una finta timidezza a singhiozzo, una socialita’ e una voglia di stare insieme agli altri che i suoi genitori non si sognavano minimamente.
Insomma, martedi’ Mammadesign ha realizzato che sua figlia sta iniziando a spiccare il volo.
E ora ripiango.
______________

Dopo lo show, durante un incontenibile abbraccio tra mamma e figlia:
“Mamma, ma eri dietro! Io volevo che tu eri qui, in the front!”
“Lo so, amore, ma c’era tanta gente, e non mi facevano passare…. ma ti ho vista sai, sei stata bravissima!”
“Ma mamma, tu dovevi dire aaschiusmi, (= excuse me), cosi’ passavi! Eri toppo lontana cosi’!”

Beh, almeno qualcosa l’ha imparato, dagli inglesi: con un excuse me (e con il sorry) si ottiene tutto. Peccato che non funzioni per Mammadesign….
Se ti è piaciuto condividi:
4 Comments
  • Avatar

    Elegraf

    21 Dicembre 2012at2:11 Rispondi

    Ecco prepara i fazzoletti che è solo la prima…io quest’anno ero all’ultima..e che emozione..

  • Avatar

    Rossella - Casa Lellella

    21 Dicembre 2012at13:04 Rispondi

    come mi sono rivista nella tua descrizione! e dire che io sono già al secondo figlio…
    baciotti

  • Avatar

    tri mamma

    21 Dicembre 2012at14:07 Rispondi

    Davvero deliziosi i nostri bimbi alle prese con questi spettacoli.
    La nota negativa la riscontro sempre nei genitori ammassati… ma vedo che tutto il mondo è paese!!!
    Ma non piangere troppo… metti qualche lacrima da parte, che il viaggio è lungo ;P

  • Avatar

    Mammadesign

    21 Dicembre 2012at15:46 Rispondi

    Non so bene se i vostri dolci ed empatici commenti mi consolano o meno…. comunque faccio un abbonamento ai fazzoletti, intanto!
    Buon Natale a tutte!

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.