Categorie

Tag Cloud

Giochi educativi per disabili ed incontri a Reatech Italia: il progetto “Gioco anch’io”

Il gioco rappresenta per il bambino il mezzo d’eccellenza per esplorare il mondo,  per sperimentare ruoli, per sviluppare le proprie capacità cognitive e motorie, la creatività, la socialità, le relazioni interpersonali e per acquistare sicurezza, autonomia e indipendenza.
Questo è tanto più vero per il bambino con handicap, di qualunque genere, che ha bisogno di giochi particolarmente adatti e in grado di favorire certe abilità.
 

Una segnalazione dal mondo del giocattolo educativo mi è arrivata da Quercetti, che parteciperà a Reatech Italia, importante momento di incontri, convegni, spettacoli, mostre, eventi e best practice per favorire l’accessibilità, l’inclusione e l’autonomia per tutti, giunto alla seconda edizione, che si terrà il prossimo 10-12 ottobre a Milano, al MiCo – Fieramilanocity.

Nell’ambito della manifestazione, Assogiocattoli (l’associazione che riunisce le oltre 180 aziende italiane che operano nella produzione, commercializzazione e vendita di giocattoli e prodotti per la puericultura) organizza il progetto “Gioco anch’io”, una serie di interventi coordinati dal direttore generale Paolo Taverna e dal prof. Luca Fois del Polidesign-Milano su tre tematiche particolarmente importanti:

  • gioco e disabilità
  • gioco e sicurezza
  • gioco e terapia

I visitatori avranno la possibilità di  “esplorare” i vari prodotti presentati dalle aziende partecipanti in un percorso attraverso i vari stands, di provarli, testarli e giocare assieme ai loro bambini in un’atmosfera rilassata e divertente.
E’ prevista anche la possibilità di acquistare i prodotti direttamente in fiera.

_____________
 

“Il momento del gioco è fondamentale per la crescita di tutti i bambini, compresi quelli con handicap.” – dice Alberto Quercetti, AD e Responsabile Prodotto nell’Azienda di famiglia.

Ringrazio Quercetti per la segnalazione dell’evento.

Se ti è piaciuto condividi:
3 Comments
  • Avatar

    Valentina VK

    10 Ottobre 2013 at 8:30 Rispondi

    che bella iniziativa, grazioe [er averla divulgata.
    sto cercando da mesi cosa regalare al figlio dei miei vicini, 10 anni, reso ipovedente e con difficolta’ di coordinazione motoria quando cammina da un tumore seduto sul suo nervo ottico 🙁 ed e’ cosi’ difficile!!! se per caso qualcuno che leggesse questo tuo post avesse suggerimenti prego di lasciarli in un commento!

    • Avatar

      Mammadesign

      11 Ottobre 2013 at 0:38 Rispondi

      Sono cose di cui non si parla molto, ma che meritnao un angolo di attenzione. Spero che qualcuno colga il tuo messaggio!

  • Avatar

    Sandra Mereu

    5 Marzo 2014 at 18:29 Rispondi

    Bellissima iniziativa! no è facile sapere cosa regalare a un bambino così speziale. Io ho comprato alcuni giocattoli online, come per esempio un puzzle semplice e con immagini grandi per il figlio di una amica, che ha problemi visuali, e gioca sempre!

Post a Comment

27 + = 31