Categorie

Tag Cloud

Esercizi per piccoli architetti e artisti: il gioco libero #liberidisporcarsi

C’è il momento per creare, pasticciare, sporcare (su un pezzo di carta, una scatola, in terra o in casa):

E c’è il momento per sporcarsi (che non è poi cosí tragico come ci fanno pensare gli adulti, responsabili e razionali – soprattutto quando poi devono pulire e lavare i danni prodotti dai piccoli vandali!):
 
“Mamma, guarda come sono elegante!” (= ha messo la colla glitterata su calzini e maglietta)
Oh oh…. “

(versione mamma disperata che cerca di mantener fede a ció che sta dicendo)
Entrambi fanno parte della libertá d’espressione, uno dei valori piú alti che cerco di insegnare a mia figlia e ai piccoli studenti che ho incontrato lungo la strada.
Entrambi tra i diritti fondamentali del bambino, che attraverso il gioco sviluppa le proprie potenzialitá, il proprio carattere e la propria individualitá.
C’è sempre tempo per imparare a seguire le regole.
Esattamente, è un altro tempo: un tempo diverso, non quello dedicato al gioco.
Il gioco deve essere libero, non condizionato da nulla, per essere costruttivo.
In Inghilterra, tra le “materie” che inseriscono nelle nurseries (corrispondenti ai nostri asili nido e scuole materne), c’è il messy play; letteralmente, il “gioco disordinato”. Momento che è sempre stato uno dei preferiti dalla Micro British Girl, fin da piccola. Perché pasticciare è divertente, emozionante e costruttivo (quanto mi piace la parola costruttivo, oggi!).
Ora che è cresciuta e che sta arrivando all’etá scolare il suo messy play ha trovato altre forme: con la sabbia, in cucina, con il fimo e la creta, con i colori e tecniche diverse, attraverso il craftinge i creativi collages di produzione originale (originalissima!). Ma sempre di pasticci si tratta. Pasticci creativi ed insostituibili.
Da mamma-architetto non posso che cercare di incentivare la sua creativitá.
È cosí che nascono i nostri giochi artistici.
Questa volta, insieme, e senza preoccuparci troppo di sporcare, abbiamo trovato il modo di fare un esercizio per abituare l’occhio a guardare e la mano a riprodurre.
Si tratta di un esercizio per piccoli architetti in erba: la finestra di camera sua è diventata una lente attraverso la quale guardare il mondo e contemporaneamente il foglio su cui disegnare.
Tutto ció che stava fuori dalla nostra finestra è stato riportato per filo e per segno sul vetro, seguendo le linee del paesaggio.
 
All’opera!
 
 
Lo ammetto, le case sono di Mammadesign. Ma tutto il resto lo ha visto lei, con il suo occhio fantasioso e semplice di bambina.
Ma giá che ci siamo, perché non aggiungere anche il sole, che oggi non c’è?
Ho cercato di evidenziare il processo di ricostruzione del paesaggio attraverso la sovrapposizione reale-disegno, in questa sequenza:
 
 
Ovviamente i piani non corrispondono, perche’ dipendono dal punto di vista del piccolo pittore, ma il risultato c’è (anche se differente dalla realta’!) 🙂
Oooopssss! Il macroeconomista tedesco è appena rientrato a casa!
No, non vi dico di che colore è diventato, per rispetto.
“Nooonnnn ti preoccupareeeeeee, è tutto sotto controllo!”, lo ha preceduto Mammadesign.
“Ma…ma…ma…. Sei sicura sicura che viene via?”
“Stai – tranquillo.”
Infine, c’è anche il momento per pulire, che prima o poi arriva per tutti.
E pulire è divertente quanto creare. Basta avere i prodotti adatti.
La linea Bebé di Chanteclair è venuta in nostro aiuto, grazie all’igienizzante per superfici, capace di rimuovere sporco e batteri al 99,9% e agli efficaci scioglimacchia, detersivo delicato (in diverse profumazioni) e ammorbidente, nonché all’additivo igienizzante (grazie al quale l’elegantissima colla glitterata che ha adornato camicia e calzini se n’è miracolosamente andata!), tutti prodotti ipoallergenici e creati appositamente per la pelle delicata dei bambini.
Insomma, a tutto c’è un rimedio. Basta impegnarsi a trovare la soluzione.
Questo, l’altro insegnamento fondamentale che vorrei trasmettere a mia figlia.
Soprattutto, mai spaventarsi e mai disperare!
La creativitá vince sempre.
Questo post e’ offerto gentilmente da Chanteclair Bebé.
Immagini: ©Mammachecasa!
Se ti è piaciuto condividi:
No Comments

Post a Comment

77 + = 86