Categorie

Tag Cloud

Cambiare prospettiva

Oggi vorrei parlarti dell’importanza di cambiare prospettiva. Sono architetto, so di cosa sto parlando.

Anche se credi, a volte, di avere le idee talmente chiare sulle cose da non aver bisogno di altro, vederle da un’altra angolazione può rivelarti sfumature inaspettate. Pensaci: tu sei al centro della scena, guardi il mondo dalla tua altezza, dalla tua posizione, secondo quelli che sono i tuoi principi, il tuo pensiero, il tuo giudizio, la tua educazione. Le regole della prospettiva insegnano che il mondo non è univoco, ma dipende dal punto di vista (che può essere anche più  d’uno). Quella che stai guardando è solo una delle tante rappresentazioni della realtà.

Questo semplice esercizio che ti propongo oggi è qualcosa di più di un semplice modo di osservare la tua casa. È il tentativo di darti uno strumento che puoi utilizzare sempre, in ogni situazione. A volte succede che rimaniamo invischiati in pensieri ripetitivi, in preoccupazioni dalle quali non vediamo via d’uscita. Andare a vivere all’estero mi ha aiutata in questo, nel riuscire a “staccare” la spina dalla consuetudine, a guardare “dal di fuori” qualcosa che prima vedevo soltanto “dal di dentro”. È una ricchezza che ritengo importante e che vorrei condividere con te, e questa mi sembra l’occasione giusta per farlo.

Ieri ti ho proposto di metterti sulla porta della stanza in cui vorrai festeggiare il Natale e ascoltare ciò  che ha da dirti l’ambiente. Oggi ti chiedo di liberare il tuo spazio, pulirlo e sistemarlo. Di metterti lì, nel posto in cui il tuo alberello (piccolo o grande che sia) troverà alloggio momentaneo e di sederti al livello delle sue radici, sul pavimento. Guardati intorno e osserva cosa vedi: quel punto è il centro della scena natalizia: verrà circondato di voci, suoni, canti, risa; si animerà di persone, giovani, anziani, bambini. Ognuno di loro avrà il proprio personalissimo punto di vista, non trascurarne nessuno è il segreto per far star bene tutti. Ricorda che un bambino vede il mondo dal basso, e che tutto gli sembra più grande. Tu però per prima cosa, così seduta, osserva l’ambiente che ti circonda. Ti renderai conto che alcuni punti richiedono la tua attenzione in modo particolare, che il tuo sguardo si poserà prima su alcuni punti piuttosto che su altri. Ogni angolo della stanza ha qualcosa da dirti: può essere che uno abbia bisogno di maggiore ordine, che sia polveroso o che abbia troppi oggetti ammassati, che un altro invece ti sembri scarno e bisognoso di cure, colori, addobbi, allegria, di qualcosa che lo ravvivi. Memorizza e prendi nota, poi procedi e metti in atto ciò che quel punto di vista ti ha suggerito.  Infine raccogli le di idee in un’altra mood board. Puoi trovare idee sul mio Pinterest, o in rete, o sulle riviste.

L’importante è che la procedura ti sia chiara, e che da questo momento in poi tu possa utilizzarla non solo in occasione del Natale, ma anche per qualunque piccolo cambiamento tu voglia fare in casa, e – non ultimo – in ogni occasione che richieda particolare attenzione.

 

Slide1

Se ti è piaciuto condividi:
No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.