Categorie

Tag Cloud

Tu, mia piccola Micro (momenti di vita)

Tu, che quando dormiamo vicine vicine nel lettone scivoli  immancabilmente sotto la mia ala.
Tu, che fai le prove di scrittura sui fogli simulando quella della mamma.
Tu, che in macchina, di ritorno dall’asilo, fai la lista della spesa scrivendo (si fa per dire) sul tuo blocchettino (ma seriamente).
Tu, che mi fai pat pat sulla spalla come se fossi una vecchia amica.
Tu, che mi accarezzi la sera per farmi addormentare.
Tu, che quando dormi sembri un angioletto.
Tu, che conti fino a tuentinain saltando un po’ di numeri, ma non importa.
Tu, cosi’ sensibile quando sei stanca che ti spaventi quando tuo padre ti parla.
Tu, che ami «L’omino del sonno».
Tu, che quando ti svegli vuoi subito leggere e quando ti addormenti pure.
Tu, che ridi quando io rido, piangi quando io piango e sospiri quando io sospiro.
Tu che canti dalla mattina alla sera in tutte le lingue che conosci.
Tu, che parli come una Paperina mezzo inglese e mezzo italiano (e ogni tanto ti scappa pure qualche parola in tedesco).
Tu, che fai finta di raccogliere il passerotto infreddolito e te lo metti nel letto per proteggerlo.
Tu, che mi chiedi un massaggino quando ti sei fatta bua.
Tu che mi dici: “poi passa, mamma” e mi curi se invece mi faccio male io.
Tu, dottoressa, che ami mettermi i cerotti e curarmi le ferite.
Tu, che aiuti i bambini piu’ timidi  ad aprirsi al mondo.
Tu, che a volte sembri piu’ matura e adulta di tua madre.
Tu, che mi chiedi sempre una coccola quando ne hai bisogno.
E tu, che dopo la coccola mi dici: “ora basta, mamma…”.
Tu, che mi chiedi di cantarti l’unica ninna nanna che non mi e’ mai piaciuta.
Tu, che racconti tutto quello che ti e’ successo all’asilo riassumendo in quindici parole dieci argomenti.
Tu, che quando vedi le persone che ami su skype diventi improvvisamente malinconica e nascondi il visino sulla mia spalla.
Tu, che stai bene con tutti ma che hai bisogno di almeno mezz’ora di adattamento.
Tu, che ogni giorno sembri piu’ grande.
Tu, che ragioni meglio dei tuoi genitori.
Tu, che corri nel corridoio davanti alla porta di casa facendo tremare il pavimento.
Tu, che vivi di entusiasmo e di emozioni.

Tu, piccolo amore mio, sei la luce delle mie giornate.
Se ti è piaciuto condividi:
8 Comments
  • Avatar

    serenamanontroppo

    1 Dicembre 2011 at 9:28 Rispondi

    Un post dolcissimo, da occhi lucidi insomma!

  • Avatar

    pinkmommy

    1 Dicembre 2011 at 13:47 Rispondi

    Veramente emozionante questo post, sono d’accordo con Serena…un bacio forte a te e alla meravigliosa Micro!!!!

  • Avatar

    6cuorieunacasetta

    1 Dicembre 2011 at 15:14 Rispondi

    Non ci sono parole, un post bellissimo.

  • Avatar

    Mammadesign

    1 Dicembre 2011 at 15:41 Rispondi

    Grazie, ragazze.
    Ogni tanto fa bene mettere su carta quello che senti….
    Avrei continuato con altre 500 frasi, per ricordarmi di tutto, un giorno, ma ieri sera avevo la palpebra in fase calante!

  • Avatar

    CioccoMamma

    2 Dicembre 2011 at 10:36 Rispondi

    ciao, manco da un pò, ma ho recuperato leggendo tutto

  • Avatar

    Mammadesign

    2 Dicembre 2011 at 11:43 Rispondi

    Bentornata Ciocco! Mi fa piacere risentirti!

  • Avatar

    Rossella - Casa Lellella

    4 Dicembre 2011 at 23:58 Rispondi

    che tenerezza!

    vi abbraccio… ma un abbraccio leggero come una piuma.

    besos

  • Avatar

    Mammadesign

    5 Dicembre 2011 at 0:25 Rispondi

    Rossella! Sei tornata? Pausa finita? Besos a te….

Post a Comment

− 2 = 7