Categorie

Tag Cloud

Un albero di Natale a misura di bimbo

Foto via teamburchell.com

Pensare al Natale con in casa un bimbo piccolo che inizia a muoversi agevolmente a gattoni o a fare i suoi primi passi (il toddler, letteralmente “bambino che muove i primi passi”, termine che qui in inglese generalmente indica quell’eta’ che va dall’anno fino ai tre), e’ un rischio per l’incolumita’ di tutti; lo dico per esperienza personale e con un po’ di sano e divertito rimpianto per un periodo ormai passato che non tornera’ piu’.
Soprattutto pensare l’albero di Natale diventa una sfida che ogni genitore responsabile, volente o nolente, si trova ad affrontare. Un problema di sicurezza casalinga, nazionale, politica, e pure sociale, oltre che di buon senso. Perche’, in particolare se siete usi invitare parenti ed amici a cas vostra, la correttezza delle vostre scelte si riflettera’ sul vostro Natale in toto. 😉

Avete due opzioni di fronte a voi:
1. scegliere l’albero di Natale tradizionale, ed in questo caso avete assolutamente bisogno di qualche consiglio utile
2. optare per un albero di Natale alternativo, realizzato con materiali e decorazioni a misura di bimbo

Veniamo al primo punto.  
Nel caso in cui decidiate per l’albero tradizionale (vero o ecologico che sia), questi sono i consigli che dovrete seguire per evitare danni irreparabili a cose o persone:

  • nel caso di un albero vero, sceglietelo con radici, sara’ piu’ stabile e non rischiera’ di cadere addosso al bambino; attenzione a piantarlo anche in un vaso ben dimensionato in grado di sostenere adegutamente il suo peso in caso di urti accidentali
  • nel caso di un albero finto o ecologico, sceglietelo ignifugo e fate attenzione a fissarlo bene alla base con un idoneo e solido piedistallo, eventualmente rinfrozato da fissaggi con filo di nylon posizionato in modo da non intralciare il passaggio (nel senso, non fatelo correre in mezzo alla stanza, ovviamente!) al soffitto, a mobili pesanti adiacenti, a una colonna o al muro
  • mettetelo in una posizione periferica, lontano dalla zona gioco e da arredi come tavoli o divani che possono invitare il bambino a salirvi per “esplorare” le decorazioni poste in alto
  • circondatelo da eventuali cancelletti, in modo che il bambino non possa avvicinarvicisi o urtarlo involontariamente

  • posizionatelolontano da materiali infiammabili quali tendaggi, tovaglie, mobili imbottiti, secondo le indicazioni di sicurezza dei Vigili del Fuoco
  • per gli addobbi,non utilizzate palle di vetro o materiali fragili che possono rompersi e ferire il bambino, ne’ oggetti dotati di punte, ne’ troppo pesanti, ne’ composti da piccole parti che possono staccarsi ed essere involontariamente ingerite; adattissime le decorazioni in pasta di sale, dolciumi che possono essere mangiati via via, fiocchi e nastri, carta, stoffa, feltro, legno, pigne o altri materiali naturali
  • non utilizzateled e luci decorative, perche’ i cavi elettrici, anche se opportunamente nascosti alla vista, sono d’intralcio al passaggio e pericolosi per il bambino in quanto portatori di elettricita’
Se siete piu’ propensi, invece, alla seconda opzione, ne approfitto qui per segnalarvi lo Speciale natalizio realizzato dal team di Quando nasce una mamma, con cui  collaboro, che potrete leggere online e/o scaricare direttamente dalla homepage del sito. Alle pagine 10-13 trovate un mio articolo sugli alberi di Natale alternativi a misura di bimbo. Ideale, perche’ salvaspazio oltre che a misura di bimbo, e’ l’albero a muro in feltro, di cui riporto anche qui sotto il disegno-tutorial con le misure:


Se avete difficolta’ a scaricare lo Speciale di Quandonasceunamamma, come ci e’ stato segnalato, questo e’ il link diretto.

Ringrazio anche Chiaraluce e tutto il team per il bel lavoro che e’ stato fatto, e soprattutto per averci regalato quella grande emozione che e’ stata la vittoria del contest “Una buona idea” di DONNAèWEB a Pietrasanta, lo scorso weekend. Ma sara’ lei stessa, a parlarvene, non appena potra’ farlo.  
Nel frattempo auguro a lei e a tutte le colleghe del sito un Buon Natale e un Nuovo Anno pieno di rinnovata energia e di tanti bei progetti da realizzare. Perche’ il lavoro duro, fatto con gioia e serenita’, e con la volonta’ di aiutare gli altri, non spaventa certo le mamme di QNUM! Buon lavoro, ragazze!


Se ti è piaciuto condividi:
1 Comment
  • Avatar

    alessia

    21 Dicembre 2012 at 11:06 Rispondi

    Quanti preziosi consigli!
    Però noi non lo facciamo l’albero, nn addobbiamo casa per Natale…hehe una bellissima atmosfera “normale” 😉

Post a Comment

+ 34 = 39