Categorie

Tag Cloud

La Giornata dello Sport di una seienne

Sherekan era il nome della squadra femminile della Micro British Girl durante la Giornata dello sport del quartiere. Ma Sherekan e’ anche diventto il nome della sua nuova amica, il Capitano della squadra: bionda, 10 anni, quinta elementare, una bellezza rarefatta ed una tenera predilezione per la sua cucciola di prima elementare (l’unica, in squadra).
Sherekan l’ha coccolata, accudita (le ha perfino messo un cerotto sul ginocchio sbucciato), guidata, per tutto il tempo della gara, salutandola dopo la premiazione con un grande abbraccio .
Lei si e’ sentita bene, ha lasciato scivolare via la sua nota timidezza, ha partecipato alle corse nella SUA squadra con gioia ed entusiasmo.
Mammadesign l’ha raggiunta solo per l’ora di pranzo alla festa, tifando silenziosamente per lei tra le quattro mura del suo home-office. Non perche’ non volesse partecipare – tutt’altro -, ma perche’ sarebbe stata tra le poche mamme presenti al primo turno delle gare, e le sembrava giusto lasciare alla sua piccola la gioia di un’esperienza tutta propria.
A sei anni e’ importante, sentirsi parte di una squadra.
A sei anni si guarda il mondo con gli occhi incantati della scoperta.
A sei anni si fa spazio la voglia di indipendenza, quel desiderio di vivere le proprie emozioni ed il proprio segretissimo spazio senza la mamma sempre in mezzo.
A sei anni iniziano a solidificarsi le amicizie, si fanno intense le relazioni con persone di eta’ diverse.
A sei anni ogni esperienza vissuta in proprio ti da la certezza di essere proprio tu colui che la sta vivendo.
La memoria dei tuoi sei anni, da grande, diventera’ la tua ricchezza.

P.S. No, non ha vinto la sua squadra, comunque.

Se ti è piaciuto condividi:
1 Comment

Post a Comment

8 + 2 =