Categorie

Tag Cloud

Un giro per castelli: Heidiland e il Liechtenstein

I castelli, i paesi, la campagna, la vita contadina: queste sono le realta’ svizzere capaci di trasportarti in un altro tempo. Certo, la natura offre spettacoli inaspettati da queste parti, con le sue mille sfumature che variano al variare dell’altezza delle montagne; anche le citta’ svizzere meritano tutte una visita. Eppure cio’ che amo di piu’ e’ andare in cerca di angoli nascosti, figli di un altro tempo e di un’altra epoca, che parlano del luogo piu’ di qualsiasi museo locale. Itinerari sicuramente lontani dalle rotte del turismo moderno e che forse, proprio per questo, sono rimasti cosi’ genuini.
Cosi’, nei nostri weekend svizzeri, per consolarci della mancanza dei family days e delle innumerevoli attivita’ londinesi, noi prendiamo la macchina e andiamo alla scoperta di piccole realta’ sconosciute.

Heidiland e il castello di Sargans

La regione della Svizzera orientale che si trova vicino al Lichtenstein ha il nome dell’eroina delle montagne innevate e delle caprette che fanno ciao: Heidi-land.
Non e’ una barzelletta, giuro.
Ancora non siamo riusciti a scoprire il sentiero e la casa di Heidi, che immagino saranno invasi da frotte di turisti curiosi di incontrare quello scontroso del “vecchio dell’Alpe” e con la voglia di tornare un po’ bambini. Rimandiamo a primavera/estate, quando sara’ un po’ piu’ caldo e le giornate saranno tornate piu’ lunghe.
In compenso ci siamo diretti al castello di Sargans, un’antichissima struttura del Milleduecento situata al di sopra del paese medioevale, che ospita oggi un ristorante con un menu “cavalleresco” ed un museo di storia locale che purtroppo rimane chiuso da ottobre ad aprile.
Se al castello si accede soltanto tramite un sentiero pedonale, la vista dell’intera regione che da lassu’ si gode ricambia di certo quei quattro passi in salita.

La strada che conduce al castello

 

La rampa che risale la collina

Il Gonzen, che ospita la vecchia miniera di ferro oggi aperta al pubblico

Il paese medioevale salendo verso il castello

Infine, la vista dal castello: sullo sfondo, l’area sciistica del Pizol

 

Arrivati al Castello, attualmente in via di risistemazione, sembra di entrare nel Medioevo.

 

L’ingresso al Castello

Il cortile del castello di Sargans con il monte Gonzen sullo sfondo

Il castello visto dal cortile

La torre che ospita il museo

Il ristorante, invece, offre una dimensione in cui il gusto e lo stile locale si mescolano all’antico in un kitsch fantasioso e divertente.

Al ristorante e’ gia’ Natale!

Usciti dal castello, non paghi delle nostre scalate montanare, abbiamo preso il sentiero che scende per la collina, che ci ha regalato una vista altrettanto suggestiva.

Il Castello di Sargans visto dal sentiero che scende al paese

giungendo qui:
 

Il castello di Gutenberg a Balzers, Lichtenstein

Il Lichstenstein e’ a pochi  minuti di macchina da Sargans.
Dalla rocca sotto al monte Gonzen avevamo notato un altro castello che si erge poco vicino: e’ il castello di Gutenberg, nel paesello di Balzers, a sud del Liechtenstein. Era primo pomeriggio, ma avevamo ancora un’oretta di luce e qualche residuo di energia in corpo. Cosi’, ci siamo avviati.
Non e’ stato facile riuscire ad arrivare sotto al castello, ma con un po’ di giri ce l’abbiamo fatta.
Il macroeconomista e’ salito fino in cima. La Micro British Girl ha preferito fare tappa all’area giochi sotto al castello. Lei era felice.
Se ti è piaciuto condividi:
2 Comments

Post a Comment

+ 2 = 12