Categorie

Tag Cloud

Questo dicembre

Esci di casa felice e pimpante, in questo dicembre appena iniziato, con la cartella piú grossa di te e la voce a paperetta di quando sei allegra e stai bene.
La nebbia persistente, profonda e bagnata che c’è fuori non scalfisce il tuo entusiasmo di bambina, mentre alla tua mamma, cucciola mia, entra attraverso pelle, nei muscoli, nelle ossa, giú giú dritta fino al cuore. 
E il bello è che tu non sai il perché.
Non te ne accorgi, grazie al cielo, poiché il grosso è passato.
E non lo saprai, finché sei piccola. 
Finché non sarai pronta.
Finché non sarai una donna.
O forse anche mai, chissà.
Questo dicembre appena iniziato che pare non finire mai. Impegnativo, privo di slancio, segretamente e dolcemente arrabbiato. L’ultimo mese dell’anno, l’ultimo mese di qualcosa che doveva essere e non è.
Eppure non ti ho mai vista cosí felice e rilassata da tanto tempo. 
Non ci ho mai visti cosí felici e rilassati, noi tre, veramente.
Per la tua mamma peró è un equilibrio-non equilibrio, tesoro mio.
Carico di pensieri, di lacrime ormai esaurite, di sommesse tristezze.
Di voglia di fare, di concludere qualcosa che sta lí da tanto tempo e che è rimasto in un angolo nell’attesa di maggiori attenzioni da parte di una mamma, di una donna, distratta e presa da altre mille cose. 
Un piccolo progetto che alla tua mamma dà la sensazione di concludere almeno qualcosa di buono, in quest’anno un po’ strano.
E dopo una giornata grigia arrivi tu, con la tua gioia infinita, la tua voglia di giocare e scherzare, il tuo entusiasmo, la tua voglia di ridere insieme. Tu che mi risvegli l’anima dal torpore e dalla tensione di uno dei lavori piú difficili che abbia cercato di portare a termine. Difficile, forse, perché è qualcosa di antico. Qualcosa che è rimasto a vegetare per troppo tempo. Non è stato e non sarà l’unico, certo. So solo che in questo dicembre in cui è come se mi mancasse qualche pezzo, ho bisogno di questo: di me, del mio lavoro, dei miei sogni. E ho bisogno di te. Di voi. Di noi. 
Cosí mi chiedo, un po’, che diritto ho di essere cosí egoista e stare lievemente scomoda in questo singolare equilibrio perfetto.


Se ti è piaciuto condividi:
4 Comments
  • Avatar

    MammaInOriente

    8 Dicembre 2014 at 12:48 Rispondi

    Qualsiasi cosa sia in bocca al lupo!
    Questo anno difficile sta per finire. Ti auguro che l’anno nuovo sia una ripartenza da questo equilibrio perfetto.

    • Avatar

      Mammadesign

      16 Dicembre 2014 at 9:23 Rispondi

      Solo un po’ di inquietudine! Ma sono pronta per l’anno nuovo, grazie! ❤️

  • Avatar

    Valentina VK

    11 Dicembre 2014 at 16:28 Rispondi

    forza e coraggio Dalia!

Post a Comment

1 + 1 =